Un nome a dominio è un indirizzo della rete internet che identifica il nome di un sito.

La registrazione avviene associando al nome del dominio scelto un indirizzo IP, ovvero una stringa numerica che permette di raggiungere il sito dalla rete internet.

In altre parole il nome dominio www.aruba.it non è altro che la traduzione alfabetica dell’indirizzo IP 62.149.128.8, pertanto, digitando il nome del sito (www.aruba.it) o l’indirizzo IP (62.149.128.8) su di un browser raggiungeremo con entrambi lo stesso sito.

L'associazione fra indirizzo mnemonico (www.aruba.it) e IP (62.149.128.8) deve essere univoca in modo che chiunque tenti di raggiungere www.aruba.it ottenga sempre lo stesso sito, indipendentemente dal punto della rete internet in cui si trova, dal provider utilizzato per la connessione ecc... esattamente come per i numeri di telefono: chiamando un determinato numero da qualsiasi punto, deve corrispondere sempre lo stesso abbonato.

Per ogni TLD - Top Level Domain (l'ultima parte del nome di dominio es: .it, .com, .eu) esiste una Registration Authority che gestisce l'archivio dei nomi a dominio registrati; ad esempio il TLD .it è gestito dal Registro.it.
Per garantire l'univocità delle associazioni fra indirizzi IP e nomi a dominio, esiste un database (un archivio), chiamato Whois, che contiene tutti i domini registrati.

Registrare un nome a dominio, quindi, consiste nello svolgere le pratiche necessarie per inserire il proprio nome a dominio nell'archivio, essendo quindi sicuri di essere gli unici utilizzatori di quel nome.